Martedì 29 Ottobre 2013

«Il pericolo ad ogni curva

Sormano, serve l’autovelox»

1 La scena dell’incidentedi sabato pomeriggio, con la moto a terra2 La vittima, Andrea Lunari, carabiniere, 37 anni
(Foto by Bartesaghi)

La strada provinciale 44 che porta alla Colma è oggetto da tempo di valutazioni da parte dell’amministrazione comunale: la sua pericolosità e i recenti incidenti, al di là della loro dinamica, hanno mostrato l’urgenza di un intervento.

Già nei mesi scorsi il sindaco di Sormano Giuseppe Sormani aveva chiesto ai comandi di polizia locale dei paesi limitrofi di intervenire con un autovelox, ma nessuno aveva dato la disponibilità.

Ora l’intenzione è di rivolgersi al Prefetto e all’amministrazione provinciale per capire cosa fare.

Sono diciassette i morti sulle strade del Comasco in questi dieci mesi del 2013, undici di questi viaggiavano su di una moto, due gli incidenti mortali in questo mese per la Valassina. Sabato lo scontro contro un’auto in cui ha perso la vita il carabiniere Andrea Lunari, 37 anni di Longone al Segrino. I funerali domani alle 14,30 nella chiesa parrocchiale di Caslino d’Erba.

Quelli del Triangolo Lariano sono percorsi apprezzati da ciclisti e motociclisti. Ma le strade spesso si rivelano non adatte non adatte ad un carico importante di traffico. Per Sormano il problema è conosciuto.

«Noi da anni riteniamo che la strada provinciale verso la Colma rappresenti un problema - spiega Sormani - Si crea una situazione di pericolo per la presenza, soprattutto nei fine settimana, di uno stuolo di motociclisti. Al di là del caso specifico dell’incidente di sabato, le moto e anche le biciclette scendono da questa via a velocità sostenuta. La strada per altro è abbastanza ingannevole, non ci si accorge dei rischi che comportano certe curve strette e magari moto e auto aprono un po’ troppo il gas sui rettilinei».

© riproduzione riservata