Lunedì 18 Agosto 2014

Il politico sulla strada di Santiago

«Sto camminando e meditando»

Tonino Intini poco dopo la partenza da Saint Jean Pied de Port, in Francia

«Sono passati oramai anni da quando sono stato abbagliato dal Cammino di Santiago - spiega Tonino Intini - questi anni sono serviti per meditare e meditare. Per documentarmi e prepararmi sia fisicamente che psicologicamente».

La storia di Intini, contabile di 57 anni, casa a Vighizzolo di Cantù, conosciuto anche per i suoi trascorsi politici cittadini, è una delle tante di chi si sta avventurando sull’itinerario dei pellegrini medievali, alla ricerca di una risposta personale. Tantissimi sono anche i canturini e marianesi che in questi anni hanno deciso di intraprendere un cammino che per molti è di fede. Intini ha deciso di percorrerlo da solo, con uno zaino di 9 chili sulle spalle, unico compagno di viaggio per 34 giorni verso Santiago de Compostela, Spagna. Caso abbastanza unico: ha deciso di documentare tutto via Facebook. Con la pagina “Canturini verso Santiago”. Già riferimento per chi progetta di partire.

Il servizio completo sul quotidiano La Provincia in edicola lunedì 18 agosto.

© riproduzione riservata