Il via ai “gruppi di vicinato”  Sicurezza affidata al web
MONTORFANO - I “gruppi di vicinato” per aiutare le forze dell’ordine nel controllo del territorio

Il via ai “gruppi di vicinato”

Sicurezza affidata al web

Montorfano, domani sera la presentazione dell’iniziativa di controllo. «Comunicazioni molto più veloci su WhatsApp, Facebook e telefonini»

La gente è esasperata e preoccupata per l’incremento degli episodi di furti e tentati furti in paese e dal basso, dalla popolazione, nasce l’idea di creare un gruppo di controllo del vicinato, autogestito dai cittadini. Una mossa che ha sorpreso positivamente anche gli amministratori locali, che lodano e approvano.

“Io amo Montorfano e la tutelo”: questo il titolo della pagina Facebook creata da privati cittadini e del gruppo che si riunirà formalmente per la prima volta domani sera, alle 20.30, nel salone della parrocchia, a fianco alla chiesa di San Giovanni evangelista. Un incontro e un gruppo aperti a tutti, voluto, proposto e ideato da Diego Luisetti, un montorfanese residente in via Volta, che chiama a raccolta i concittadini.

«Una rete di comunicazione»

«Già da tempo, in modo privato, noi della via Volta abbiamo istituito una sorta di rete di comunicazione tra di noi in modo molto semplice e naturale: tramite WhatsApp o Facebook, o semplicemente con il telefonino, ci avvisiamo ogni volta che vediamo movimenti sospetti, auto o furgoni non noti parcheggiati nella via» spiega l’ideatore del progetto “Gruppi di vicinato”.

LEGGETE l’ampio servizio su LA PROVINCIA di DOMENICA 5 luglio 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA