Venerdì 11 Aprile 2014

In macchina un arsenale
Ma erano armi giocattolo

Aveva un macchina una specie di arsenale di armi giocattolo. Tutte però sprovviste del tappino rosso o di quegli accorgimenti che servono a distinguere le armi da quelle vere. Per questo motivo un 40enne di Carate Urio è stato denunciato per “possesso ingiustificato di oggetti atti a offendere”.

L’”arsenale” è stato scoperto da una pattuglia della polizia di frontiera nei pressi del distributore di benzina di via Asiago, a Tavernola, dove c’era posteggiata un’unitlitaria. Gli agenti hanno visto spuntare dal portaoggetti dell’auto il calcio di una pistola.

Nel perquisire poi l’autovettura la polizia ha trovato 2 balestre con 6 frecce, un coltello a serramanico e due manganelli telescopici, nonché 6 pistole, 1 revolver e una carabina ad aria compressa o a gas tutte sprovviste di estremità o tappino rosso e centinaia di pallini di plastica o metallo.

Per le balestre, il coltello e i manganelli si procedeva al sequestro penale e alla denuncia dell’uomo per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Per le armi giocattolo si applicava invece il sequestro amministrativo.

© riproduzione riservata