Inverigo, minacce con la pistola  Uomo di 75 anni arrestato al cimitero
Una pattuglia dei carabinieri impegnata al posto di controllo (Foto by Archivio)

Inverigo, minacce con la pistola

Uomo di 75 anni arrestato al cimitero

L’episodio a Giussano per una disputa sentimentale del 1987. Ora è ai “domiciliari”

Un uomo di 75 anni di Inverigo è stato arrestato dai carabinieri di Giussano al cimitero della cittadina della provincia di Monza e Brianza per avere minacciato con una pistola con il colpo in canna un conoscente di 72 anni residente a Giussano. L’episodio è avvenuto alle 11 di venerdì 18 giugno ed è stato segnalato dai militari da alcune persone che si trovavano al cimitero. Il fatto sarebbe riconducibile a una disputa sentimentale risalente al 1987 che evidentemente ha lasciato strascichi. L’uomo di Inverigo, incensurato, ha avviato un’accesa discussione con il quasi coetaneo durante la quale ha estratto una pistola semiautomatica Beretta 950 calibro 6,35 con matricola abrasa e caricata con sette proiettili e tanto di colpo in canna. Quando i carabinieri di Giussano sono arrivati i due settantenni erano ancora uno davanti all’altro. Secondo quanto accertato dall’Arma in merito ai fatti accaduti nel 1987, l’uomo che oggi ha 72 anni, dopo esser stato lasciato dalla propria compagna per il 75enne, la mattina del 14 ottobre di 33 anni fa, in piazza Roma a Giussano, aveva sparato alcuni colpi d’arma da fuoco contro il primo. In seguito all’arresto per possesso e detenzione e porto di arma clandestina e minaccia aggravata, per il 75enne sono stati disposti gli arresti domiciliari.

(C. Mar.)


© RIPRODUZIONE RISERVATA