Killer dei cani, i proprietari detective

«Quel veleno rischioso pure per i bimbi»

Muffin avvelenati in strada: gli abitanti di Carate Urio indagano su quanto accaduto

«Deve essere un residente del centro. Non ci fermeremo fino a quando sarà scoperto»

Killer dei cani, i proprietari detective «Quel veleno rischioso pure per i bimbi»
Mobilitazione generale per trovare il killer dei cani

Serial killer di cani, responsabile degli undici casi di avvelenamento di cui quattro purtroppo mortali, avvenuti tra giugno del 2103 e ottobre del 2014, in giardini e cortili privati e sulla pubblica via , abita a Carate Urio, nel centro storico medievale.

Escono allo scoperto alcuni dei proprietari dei cani avvelenati con una sostanza eccitante

( non riveliamo il suo nome per evitare casi di emulazione) riferendo ai carabinieri che conducono le indagini che l’avvelenatore bisogna cercarlo tra i residenti del centro storico.

Muffin avvelenati, l’esca utilizzata dal killer seriale. Un veleno che potrebbe rivelarsi letale se qualche bambino dovesse essere tentato di ingerire i veleni preparati dai killer.

Sono decisi a non fermarsi fino a quando l’avvelenatore non sarà identificato, Elena Cicioni, Francesca Versalotto, Ilaria Tettamanti, Alberto Pozzi, Claudio Toschi,Viviana Cantaluppi, Luciana Cornelli, Giovanni Vitta e gli altri proprietari dei cani

Servizi su La Provincia in edicola mercoledì 15 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True