Giovedì 10 Ottobre 2013

La canturina Serena

«Con Morandi sul palco»

link

L’inquadratura di Canale 5, a dire il vero, non era felicissima per l’orchestra. Perché, alle spalle di Gianni Morandi, spesso, si poteva intravedere nemmeno mezza fila d’archi. Eppure, dietro un violoncello, sul palco dell’Arena di Verona, c’era anche Serena Patanella, 23 anni, di Vighizzolo di Cantù. Per due sere, impegnata in diretta tivù nell’esecuzione musicale dal vivo per i brani dell’eterno ragazzo Anni Sessanta.

«Morandi ha un passato di studente di contrabbasso al Conservatorio e abbiamo parlato in un momento di pausa delle fughe di Bach - racconta - sicuramente un’emozione indimenticabile è stata quella di stringere la mano a Ennio Morricone», il celebre compositore di colonne sonore, presente allo show.

Gianni si è dimostrato distensivo. «Ha avuto un bel rapporto confidenziale con noi ragazzi - continua la violoncellista - adora le fughe di Bach, mi ha chiesto come le suono e qual è il mio violoncellista preferito: Rostropovich». Quindi, Morricone. «Ha provato solo il giorno prima del concerto, a Roma, è un compositore che sta facendo storia, un’occasione più unica che rara. Abbiamo eseguito le colonne sonore di C’era una Volta in America e Sacco e Vanzetti, eravamo tutti emozionatissimi».

Leggi l’articolo completo su La Provincia di giovedì 10 ottobre

© riproduzione riservata