La piastrina trovata in Piemonte  è ritornata a Lurate Caccivio
Marilena Luraschi, a sinistra, con Emilio Clot ( al centro) accanto al sindaco Andrea Garavello

La piastrina trovata in Piemonte

è ritornata a Lurate Caccivio

Apparteneva a Cesare Luraschi, nato nel 1921

Emilio Clot l’ha consegnata a Marilena Luraschi

È ritornata a Lurate Caccivio la piastrina militare appartenuta a Cesare Luraschi, nato in paese nel 1921. Rinvenuta nel giardino di casa da Emilio Clot - residente a Perosa Argentina (To)– domenica è stata restituita ai familiari del soldato che la perse nei tre anni trascorsi in Piemonte, durante la seconda guerra mondiale, a guardia dei confini nazionali.

Clot, dopo averla ritrovata scavando in giardino per piantare un albero, aveva pubblicato un post su vari gruppi Facebook della zona per cercare di rintracciare i familiari del soldato comasco. Ricerca andata a buon fine. La piastrina è stata consegnata personalmente da Clot a Marilena Luraschi – 64 anni - figlia del militare.

La consegna della piastrina nel punto dove è stata ritrovata

La consegna della piastrina nel punto dove è stata ritrovata

Alla consegna, oltre ai familiari della recluta, era presente anche Andrea Garavello, sindaco di Perosa Argentina. Assente, suo malgrado, il sindaco di Lurate Caccivio, Anna Gargano, che si era subito dichiarata felice di accogliere e ringraziare pubblicamente il signor Emilio Clot per il suo bel gesto. La famiglia Luraschi ha però preferito che la consegna avvenisse in forma privata e il sindaco ne ha rispettato la decisione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA