Cantù, la piazza del basket non c’è più
I cartelloni, o meglio ciò che ne restava dopo i vandalismi, alcuni giorni fa

Cantù, la piazza del basket non c’è più

La sorpresa: rimossi i totem delle stelle, rovinati ormai da tempo. Erano stati installati nel 2006. Ma Tradizione canturina pensa di sostituirli con una “Walk of fame” per l’80°, con altrettante piastrelle

Arriverà una walk of fame, una camminata delle stelle. In stile Hollywood. Solo che le star non saranno i protagonisti del cinema americano.

Ma quelli della Pallacanestro Cantù. Questo non ora: poi, dopo che sarà intervenuta l’Associazione Tradizione Canturina. Ma, adesso, il volto della Piazza delle Stelle, appare smagrito.

E di molto. Perché non ci sono più le gigantografie con i grandi del basket. Gli spilungoni in formato maxi, a cui ormai i cittadini si erano abituati, parte integrante del panorama, anche se presenti in un’area non troppo visibile del centro. Non che tutti abbiano voluto bene ai simulacri di giocatori, allenatori, dirigenti. Graffiati, strappati, tagliati, vandalizzati. Finché, inevitabilmente, alcuni di questi, pressoché impresentabili, sono stati portati via e messi a riposo.

Una piazza delle Stelle ma non ora, che le stelle non ci sono più. Dopo, ma solo dopo, il pavimento brillerà con la stella, ad esempio, di Pier Luigi Marzorati. E se in California hanno Frank Sinatra, a Cantù, nella grande balconata sopraelevata tra via Carcano e corso Unità d’Italia, ci sarà Francesco Corrado, il presidentissimo scomparso di recente. Adesso, invece, c’è il vuoto.

LEGGETE l’ampio servizio

su LA PROVINCIA di VENERDÌ 15 maggio 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA