La “tangenziale della Bassa”   fa già litigare i sindaci

La “tangenziale della Bassa”

fa già litigare i sindaci

Andrà da Bregnano a Rovello Porro per ridurre gli effetti della Pedemontana sui paesi attraversati

La società è pronta a partire, i sindaci si dicono all’oscuro e vanno fino in prefettura a protestare

Ancora prima di partire stanno già facendo discutere i lavori annunciati da Pedemontana per la realizzazione dell’opera viaria connessa alla futura tratta autostradale da Lomazzo sud a Lentate, una “bretella della Bassa” che in parte riguarderà il tracciato dell’attuale strada provinciale 31 e che da Bregnano arriva fino a Rovello Porro e Rovellasca.

L’operazione viaria - che si propone di ridurre l’impatto dell’autostrada sui paesi circostanti -è stata al centro ieri mattina di un vertice in prefettura, presieduto dal prefetto Bruno Corda, per decidere degli interventi da mettere in atto.

«Il prefetto ha invitato la Provincia di Como, in qualità di ente proprietario delle strade interessate all’intervento – viene reso noto in un comunicato - a organizzare a breve una riunione tecnica, con tutti i protagonisti dell’operazione, al fine di poter esaminare il crono programma predisposto e poterlo studiare congiuntamente affinchè siano tenute nel debito conto eventuali esigenze dei singoli Comuni, a suo tempo non valutate ».

«Pedemontana ha assicurato che i lavori in programma hanno integrale copertura finanziaria – fanno sapere ancora dalla prefettura – mentre i sindaci, pur nella condivisione della portata strategica dell’opera, hanno lamentato evidenti carenze di carenze informative riguardo ai lavori in programma».


© RIPRODUZIONE RISERVATA