Lariana, dopo il morto gli autovelox

«Qui si corre troppo. Adesso basta»

Sopralluogo dei sindaci di Oliveto e Mandello

«Saremo severi nei controlli. Guai anche per i ciclisti in galleria senza luci»

Lariana, dopo il morto gli autovelox «Qui si corre troppo. Adesso basta»
L’immagine dell’incidente mortale, coinvolti quattro motociclisti e tre autovetture

«Ieri mattina ho fatto un sopralluogo lungo la strada Lariana, nel tratto dove è successo l’incidente: se troveremo lo spazio verranno installati due autovelox permanenti, uno per direzione». Il sindaco di Mandello Riccardo Fasoli, territorialmente competente per il tratto di strada Lariana, dove domenica pomeriggio ha perso la vita Yuri Maffi, 28 anni, residente a Muggiò, è deciso ad arrivare a scelte drastiche. E sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco di Olivero Bruno Polti: «Il problema principale è l’alta velocità. Ma anche i ciclisti hanno le loro responsabilità.Non è possibile che viaggino in galleria senza luci e senza caschetto, e per di più a gruppi invadendo la carreggiata. Ci saranno controlli serrati e sanzioni».

Intanto dalla ricostruzione dei fatti è emerso che tre motociclisti che stavano viaggiando in direzione Bellagio, abbiano cercato di farsi strada fra una Mini e un’Alfa Romeo che viaggiavano in direzioni opposte. Il primo motociclista passando tra le due vetture le avrebbe urtate entrambe per finire contro una terza auto, una Polo, che viaggiava in direzione sud da Onno verso Valmadrera. Nel frattempo gli altri due motociclisti si sarebbero “toccati” fra loro, uno finendo sulla Polo, e l’altro sul muro di roccia, avendo la peggio. Sarebbe infatti spirato in seguito a un arresto cardiocircolatorio.

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}