Giovedì 19 Settembre 2013

Lavoratori del Botanic in cassa

«Chiediamo aiuto al Comune»

Le magliette gialle, ognuna con il nome di un dipendente, appese sulla recinzione del garden di Vertemate
(Foto by Bartesaghi)

Per sapere quale sarà il loro destino devono attendere fino a domani, quando l’azienda comunicherà le proprie decisioni in merito.

Ma i 18 lavoratori del garden Botanic, completamente mangiato dal fuoco una settimana fa, non stanno con le mani in mano. E oggi andranno dal sindaco Roberto Sironi a chiedere di essere ricevuti. A chiedere che lui, come i sindaci dei Comuni vicini, oltre alle parole di solidarietà metta a disposizione anche un atto concreto d’aiuto per trovare un’occupazione, se sarà necessario.

Vogliono risposte, vogliono sapere cos’è successo o meglio perché. Perché qualcuno ha messo in atto un attentato incendiario che ha ridotto in cenere il loro luogo di lavoro. E hanno appeso sulla recinzione che delimita i resti anneriti del Botanic le magliette con i loro nomi. Una per ognuno dei 18 lavoratori, 17 dei quali avevano in tasca un contratto a tempo indeterminato con la società francese.

I lavoratori attualmente sono in cassa integrazione, e potranno godere degli ammortizzatori sociali fino a gennaio. Poi chissà.

© riproduzione riservata