Giovedì 24 Aprile 2014

Lecco, superstrada riaperta

Doppio senso, ma corsia unica

PER TUTTA LA MATTINA SI PULISCE LA PARETE INTERESSATA DALLA FRANA . UOMINI DELL'ANAS PRONTI ALL'APERTURA DELLA STRADA SS 36 - LECCO ABBADIA LARIANA 24 APRILE 2014 -
(Foto by Sandro Menegazzo)

AGGIORNAMENTO ORE 18

Il traffico è tornato sostanzialmente alla normalità: le code si sono smaltite dopo oltre un’ora, anche se il transito rimane comunque rallentato nei due chilometri di Super interessati dalla frana.

AGGIORNAMENTO ORE 15.30

La superstrada è stata riaperta: alle 15.15 in direzione nord e alle 15.30 anche sud. Il traffico torna a scorrere, ma ci vorrà tempo per il ritorno alla normalità, anche perché si transita in ambo i sensi, ma lungo una sola corsia per un tratto di circa due chilometri. La corsia a monte resta per il momento chiusa.

Le carreggiate della strada statale 36 erano state chiuse al traffico, da Civate a Colico–Trivio Fuentes, a seguito di un movimento franoso che si è verificato nella mattinata di ieri nei pressi del km 57,000, a circa 100 metri di quota a monte della galleria artificiale che garantisce la protezione della linea ferroviaria Lecco–Colico–Sondrio e che corre parallela alla statale 36.

Durante il periodo di chiusura della strada sono stati effettuati vari sopralluoghi da parte di tecnici dell’Anas, della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco, per valutare l’entità della caduta massi e le eventuali risoluzioni al fine di ripristinare il transito lungo la strada statale. Questa mattina, infine, si è potuto provvedere al disgaggio del materiale roccioso instabile programmando di conseguenza la riapertura della carreggiata sud a partire dalle ore 15,00 a doppio senso di circolazione.

I tecnici rocciatori continueranno a operare lungo al parete rocciosa al fine di pervenire nel più breve tempo possibile alla messa in sicurezza del versante e alla successiva apertura della carreggiata nord della strada statale 36.

L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”.

Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

AGGIORNAMENTO ORE 14

Vertice per decidere l’apertura al traffico della Ss36 nella sola carreggiata a lago, che verrà trasformata a doppio senso. I tecnici dell’Anas stanno lavorando a monte ma il materiale franoso presente si sta dimostrando più del previsto.

Sull’orario di apertura della Ss36 nessuno si sbilancia. L’apertura preventivata per il tardo pomeriggio - e che tra gli addetti ai lavori qualcuno ipotizza per le 16 di oggi - potrebbe anche slittare a questa sera oppure alla mattinata di domani

Nel frattempo la viabilità attorno alla città è di nuovo pesante, con incolonnamenti lungo la Ballabio-Taceno e da lì in direzione Bellano.

AGGIORNAMENTO ORE 10.54

Si stanno dimostrando più complicate di quanto preventivato le operazioni di rimozione del materiale sul costone del San Martino tra Abbadia e Lecco.

Gli esperti stano lavorando a ritmo serrato ma i tempi si allungano. Oltre ad aver trovato parecchio materiale a rischio crollo, sassi di grosse dimensioni, sono necessarie delle pause di un quarto d’ora ogni ora e mezza circa per permettere il passaggio dei treni in sicurezza.

Sotto la frana si allunga il tunnel ferroviario ed è necessario bloccare le operazioni di pulizia ogni volta che transita un treno.

Sulle tempistiche di apertura Anas e amministrazione provinciale per il momento non si sbilanciano ulteriormente. La previsione più accreditata resta quella del tardo pomeriggio.

AGGIORNAMENTO ORE 10

Treni presi d’assalto già dalla prima mattina da Sondrio verso Lecco.

I geologi e i tecnici dell’Anas sono saliti sul San Martino all’alba. E’ in corso la pulizia di due porzioni di roccia a rischio crollo.

TA LA SUPERSTRADA IL TRAFFICO RIPARTE

© riproduzione riservata