San Fermo, fiamme in un bosco  I pompieri evitano un nuovo rogo  Lezzeno, incendio domato
LEZZENO - SECONDO GIORNO DI INCENDIO CANADAIR ED ELICOTTERI AL LAVORO PER LO SPEGNIMENTO (Foto by Stefano Bartesaghi)

San Fermo, fiamme in un bosco

I pompieri evitano un nuovo rogo

Lezzeno, incendio domato

Provvidenziale intervento dei vigili del fuoco nella notte in via Monte. Spento un focolaio che poteva allargarsi a tutta la Spina Verde. A Lezzeno, ieri, altri interventi con Canadair ed elicotteri

Si è rischiato un nuovo rogo nei boschi del Comasco. Nella tarda serata di ieri, mercoledì 15 aprile, i vigili del fuoco di Como sono stati costretti a intervenire in via Monte a San Fermo della Battaglia per un incendio divampato ai margini della Spina Verde.

I pompieri hanno lavorato tre ore per aver la meglio delle fiamme, che hanno rischiato di allargarsi verso il Monte Croce.

Si moltiplicano, in ogni caso, gli interventi per focolai in tutta la provincia. Il fatto più grave resta, ovviamente, il terribile rogo tra Lezzeno e Bellagio.

LEZZENO - SECONDO GIORNO DI INCENDIO CANADAIR ED ELICOTTERI AL LAVORO PER LO SPEGNIMENTO

LEZZENO - SECONDO GIORNO DI INCENDIO CANADAIR ED ELICOTTERI AL LAVORO PER LO SPEGNIMENTO
(Foto by Stefano Bartesaghi)

La situazione sembra essere tornata finalmente sotto controllo sul monte Nuvolone. Per l’intera mattinata di ieri un Canadair ha rovesciato acqua - per il secondo giorno consecutivo - sull’incendio che era ripartito nella serata precedente. Secondo gli esperti il rogo è tecnicamente domato anche se la zona resta sotto osservazione.

I focolai erano ripartiti nella tarda serata di martedì, dopo il maxi incendio divampato lunedì sera nel tratto tra Lezzeno e Bellagio. Il fumo e l’inconfondibile odore di bruciato si era sentito martedì mattina fino a Como. I vigili del fuoco avevano fatto sapere che erano tornati in azione i Canadair che già avevano lavorato per ore durante la giornata di martedì e anche gli elicotteri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA