«Macché Comune, Dongo è un califfato»  E i due consiglieri sbattono la porta
1 Roberto Libera, consigliere dimissionario2 L’ex vice sindaco Vito Robba: anche lui ha lasciato il gruppo di maggioranza costituendo un gruppo autonomo3 Il sindaco Mauro Robba

«Macché Comune, Dongo è un califfato»

E i due consiglieri sbattono la porta

L’ex vice sindaco Vito Robba e Roberto Libera hanno costituito un gruppo autonomo

Ma il sindaco ribatte a muso duro: «Non ho mai preso decisioni senza confrontarmi»

Sembrava che in Comune a Dongo regnasse l’armonia, con circa il 99% delle delibere di consiglio approvate all’unanimità negli ultimi anni.

All’improvviso, tuttavia, ecco l’inattesa rottura: Vito Robba, vicesindaco dell’omonimo Mauro Robba nella passata legislatura, e Roberto Libera, il consigliere balzato alle cronache nel 2008 per il polverone sollevato sul segretario “d’oro” Gennaro Borrelli, che costava ai cittadini 260 mila euro l’anno, si sono dissociati e hanno creato un nuovo gruppo consiliare, “Dongo viva”.

La maggioranza, insomma, perde due pezzi in maniera inattesa, almeno per i non addetti ai lavori, che hanno sempre visto nell’attuale gruppo guidato dal sindaco Mauro Robba una compagine contrassegnata innanzitutto dalla compattezza. Le divergenze vengono ormai ammesse, anche se i due consiglieri interessati ne parlano con toni del tutto differenti.

Ampio servizio su La Provincia in edicola mercoledì 15 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA