Malore in oratorio a Robbiate  Non ce l’ha fatta il bimbo di 9 anni
Il campo di calcio dell’oratorio di Robbiate: qui il piccolo si è sentito male

Malore in oratorio a Robbiate

Non ce l’ha fatta il bimbo di 9 anni

Il piccolo era sul campo di calcio quando s’è accasciato per le fitte al petto, poi l’ arresto cardiaco - Drammatici i soccorsi: dal Mandic trasportato in elicottero all’ospedale di Bergamo dove poco dopo mezzogiorno è spirato

Non ce l’ha fatta il bambino di 9 anni che si è sentito male ieri pomeriggio in oratorio mentre giocava a calcio: ricoverato in condizioni disperate all’ospedale di Bergamo, poco dopo mezzogiorno è spirato. Autorizzato l’espianto delle cornee.

Originario della Sierra Leone e arrivato a Robbiate da poco tempo, il piccino aveva raggiunto l’oratorio di via Sant’Alessandro. Insieme a lui, il papà. Il bambino doveva infatti sostenere una sorta esame per entrare a giocare nella squadra di calcio della under 10 della U.S. Orobia.

A un certo punto, mentre giocava con i suoi coetanei che correvano e tiravano calci al pallone sul rettangolo verde sintetico, ha accusato forti dolori al petto.

Trafitto dal dolore, ha raggiunto a fatica la panchina all’interno del campo calcio e si è seduto sulle gambe del papà. Passata la fase acuta del dolore e respirando a fatica, ha cercato di spiegare a quelli che gli si sono fatti attorno quello che stava succedendo. Gli adulti presenti hanno subito interrotto l’allenamento e chiamato i soccorsi.

Pochi minuti e, dal vicino ospedale Mandic di Merate, è giunta in oratorio un’ambulanza e l’auto medica con a bordo il medico. Mentre a Robbiate attendevano, il piccolo ha però avuto un attacco cardiaco. La magistratura ha disposto l’autopsia per accertare le cause della morte,

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, lunedì 22 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA