Mariano, curva pericolosa in città
Il curvone tra via Isonzo e via Filippo Meda, nei pressi dell’ospedale “Felice Villa”: tanti finiscono fuori strada in quel punto (Foto by foto Bartesaghi)

Mariano, curva pericolosa in città

I residenti segnalano sul web i rischi della svolta tra le vie Isonzo e Meda

L’assessore: «Metteremo delle zigrinature»

Una curva pericolosa. Anche troppo. E non solo per la sua morfologia che la vede fatta proprio a gomito, ma anche e soprattutto per il tipo di asfalto.

Quando piove, infatti, si trasforma in una saponetta e rende il curvone tra la via Isonzo e la via Filippo Meda, nella zona dell’ospedale Felice Villa, una vera e propria trappola per gli automobilisti, ma anche per i pedoni.

L’allarme arriva, ancora una volta, dalla rete: l’attivissimo profilo Faceboook “Sei di Mariano se…” riporta la denuncia di Claudia Sunflowers che, fortunatamente, non cade nel vuoto perché l’assessore alla mobilità Stefano Marelli conferma la criticità e promette interventi.

«La cittadina ha ragione: mi sono accorto anch’io che quel punto è pericoloso e quindi stiamo studiando come risolvere il problema».

Ma qual è il punto? «Quando piove – spiega la marianese –l’asfalto diventa liscio ed é molto pericoloso anche se si va piano». E per piano intende 20 chilometri orari. «Ci sono già stati troppi scontri, due volte hanno sfondato un cancello, altre volte solo slittamenti dei mezzi con il rischio di coinvolgere pure i pedoni che camminano sul marciapiede in prossimità della curva» La cittadina sostiene che «i vigili sono al corrente, ma hanno detto che non si può fare niente e quindi mi chiedo se, come sempre, si debba aspettare il morto per intervenire».

Le risposte arrivano direttamente dall’assessore: «Faccio tesoro di questa segnalazione – dichiara Marelli -, anche se ci tengo a precisare che il problema è all’attenzione dell’amministrazione: ho già chiesto agli uffici comunali di valutare la realizzazione di alcune zigrinature all’interno del piano delle manutenzione stradali che stiamo approntando».

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA