Merate, quanti giovanissimi
in sorveglianza attiva Covid

L’allarme: ben 21 su 27 hanno un’età inferiore ai vent’anni Intanto il virus si diffonde, in una settimana 30 nuovi casi

Merate, quanti giovanissimi in sorveglianza attiva Covid
Forte preoccupazione a Merate per l’aumento della diffusione del Covid

Merate vede aumentare ancora il numero dei positivi. In poco meno di una settimana sono 30 in più, senza, per fortuna, altri decessi. Dei 408 positivi rilevati dall’inizio dell’emergenza, 206 sono diventati negativi, inoltre al momento ci sono 126 persone sottoposte a sorveglianza attiva, 27 in più rispetto all’ultimo dato, di cui 21 sotto i 20 anni. Il sindaco Massimo Panzeri dice che «si conferma il trend negativo dei dati. Tutti i parametri sono in aumento, salvo fortunatamente i decessi, che rimangono invariati». Ed annuncia che l’accesso agli uffici comunali potrà avvenire solo prendendo prima appuntamento per telefono o mail, ad eccezione degli atti di nascita e morte. Inoltre il mercato, da oggi e fino a nuove disposizioni, « sarà limitato ai soli generi alimentari e, pertanto, allocato nella sola Piazza Don Minzoni». Se qualcuno avesse bisogno di qualche aiuto il Comune, attraverso i servizi sociali, contattabili direttamente al n. 039 5915342 – 348, «è a disposizione per sostenere tutti coloro che dovessero trovarsi in difficoltà perché soli o privi di una rete di sostegno e aiuto». L’accesso al “punto tampone” straordinario inoltre può avvenire solo su prenotazione ed è dedicato la mattina esclusivamente agli studenti ed al personale scolastico, mentre il pomeriggio ai casi individuati dall’Asst, che ne gestisce le prenotazioni. Intanto anche a Lomagna c’è una crescita dei casi, arrivati oggi a 46, con 30 persone in sorveglianza attiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True