Movidà a Cantù,  multe a chi sporca  E avvisi alle famiglie dei ragazzini
Tantissimi giovani affollano il centro in queste afose sere d’estate: nella foto piazza Garibaldi

Movidà a Cantù, multe a chi sporca

E avvisi alle famiglie dei ragazzini

Sanzioni a sei giovani (alcuni minori) sorpresi a usare impropriamente i muri

L’assessore Cattaneo: «Confidiamo molto nella collaborazione dei baristi sul fronte della civiltà»

All’adolescente medio, forse più della multa, potrebbe spaventare il fatto che mamma e papà vengano a sapere delle sue malefatte.

Campagna educativa

Così, se qualcuno si comporta da incivile, ed è pure minorenne, attenzione: i genitori ne verranno a conoscenza. Come riferisce l’assessore alla legalità Paolo Cattaneo, è il comando della polizia locale di Cantù a farsi carico della comunicazione alla famiglia per i piccoli trasgressori, anche loro protagonisti del degrado che si registra in città durante le serate di punta della cosiddetta movida. Anche in questi giorni, si sono registrate alcune multe a tema.

Sono sei i ragazzi che, nelle scorse serate, sono stati oggetto di contravvenzione per comportamenti non tollerabili. Ovvero, usare i muri degli edifici del centro come se fossero un pubblico vespasiano. Già negli scorsi mesi i vigili erano intervenuti per multare gli autori di tali azioni, con una sanzione di 50 euro. Contravvenzione elevata già soltanto quest’anno a 33 giovani.

Ampio servizio su La Provincia in edicola sabato 4 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA