Multe davanti all’asilo
Le mamme all’attacco

Venerdì a Civate elevate numerose contravvenzioni Il sindaco risponde invitando al rispetto delle regole

Multe davanti all’asilo Le mamme all’attacco
L’asilo di Civate in un’immagine d’archivio

uali possibili alternative per il transito davanti alle scuole – annuncia il sindaco, Angelo Isella – ma, per quanto avvenuto venerdì, gli agenti hanno fatto solo il proprio dovere».

L’accusa, da parte delle multate - che si trovavano davanti all’asilo per riprendere i figli all’uscita – è che «i vigili si presentano immancabilmente quando piove: così, c’è la certezza di fare cassa». Secondo le mamme, infatti, col maltempo ci sarebbero più auto davanti alla materna, per non far camminare i bimbi su lunghe distanze. La protesta per le multe facili, rimbalzata su Facebook, ha d’altronde suscitato commenti di altro segno, da parte di chi ha sostenuto di «vedere sempre i vigili presenti, davanti alle scuole» e di altri secondo cui «se i bimbi camminano sotto l’acqua, non succede niente, mentre la ressa di auto può essere molto pericolosa». Il sindaco rimarca: «Ci sono tanti posti auto a un centinaio di metri. Studieremo una diversa regolamentazione del traffico nell’orario di entrata e uscita degli scolari – cioè, come già avviene per esempio a Oggiono e Galbiate, chiudendo il tratto di viabilità o introducendo il senso unico per un breve tempo – Siamo sempre inclini a cercare soluzioni e non a punire ma, attualmente, il transito è nei due sensi di marcia: serve il rispetto delle regole, per evitare incidenti.

«Di contravvenzione non si muore; investendo qualcuno, invece, magari sì. I vigili, davanti alle scuole per garantire la sicurezza, non possono, né devono chiudere gli occhi di fronte alle violazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}