Mercoledì 05 Giugno 2013

Nasce la casa della carità

Grazie al dono di un fedele

L’edificio della Cooperativa Merletti e delle Orsoline accanto al battistero

Mariano Una casa della carità per aiutare chi soffre e vive situazioni di disagio. Ma anche per educare chi sta meglio a essere solidale con il prossimo.

Nasce con questi obiettivi la nuova iniziativa della parrocchia Santo Stefano che, nell’ambito della comunità pastorale San Francesco, ha deciso di tradurre gli insegnamenti del Vangelo in fatti concreti.

Il braccio operativo che trasformerà il sogno in realtà sarà la nuova associazione di volontariato “Tantum Aurora” presentata ieri dal prevosto don Luigi Redaelli.

«In questi anni abbiamo notato una richiesta crescente di aiuto da parte di persone in difficoltà – dice – alle quali bisogna dare risposta il nuovo gruppo che si ispira ai principi della sussidiarietà e della solidarietà, sarà aperto a tutti e gestito da laici. Come dice il nome stesso dell’associazione, questo è solo l’inizio di un cammino che deve portare a creare una rete con gli altri gruppi di volontariato già esistenti in modo da rendere concreta la carità sul territorio».

L’iniziativa troverà la sua base operativa in via Santo Stefano, nell’edificio che fu già sede della Cooperativa Merletti e delle Orsoline, collocato tra la chiesa parrocchiale e il battistero.

«Un benefattore marianese ci ha lasciato un’eredità che ci ha permesso di acquistare l’immobile - prosegue - la Curia ha subito avallato il nostro progetto e adesso siamo pronti per partire».

© riproduzione riservata