«Noi di Fino, figli di un Pd minore»  Dopo un anno ancora senza tessere
Savina Marelli, segretario provinciale del Partito Democratico di Como

«Noi di Fino, figli di un Pd minore»

Dopo un anno ancora senza tessere

Il paradosso. Dalla segreteria provinciale nessuna giustificazione per il ritardo. Due teorie: lo scarso feeling con la lista di Rossella Pera o le inchieste sulla criminalità

Niente tessera del Pd per “Progetto per Fino”.

Una folta schiera di finesi facenti parte del gruppo che guida l’amministrazione locale sta bussando da un anno - sì, da dodici mesi - alla porta del Partito Democratico ma le tessere proprio non arrivano.

Di solito le forze politiche fanno i salti mortali per racimolare sostenitori. Invece, per 21 finesi sembra non esserci posto nel partito di Renzi.

Ciò nonostante telefonate, incontri, riunioni, richieste scritte, raccomandate inviate alla segreteria provinciale di via Regina Teodolinda a Como. L’unica risposta è stata: «Vi faremo sapere».

«Siamo tutti residenti a Fino Mornasco - scrivono i tesserandi al segretario democratico Savina Marelli - seppur con storie diverse tanti di noi sono già stati sostenitori del partito, ai democratici facciamo riferimento. Ci riteniamo degni delle tessere, è passato troppo tempo senza una risposta chiara. Ci sembra una situazione assurda».

LEGGETE l’ampio servizio

su LA PROVINCIA di GIOVEDÌ 11 giugno 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA