Martedì 26 Novembre 2013

Nuova chiesa di Andrate

Per Natale raccolta fondi

Il rendering del progetto della nuova chiesa di Andrate

Chiesa di Andrate: c’è il permesso di costruire, ora bisogna reperire i soldi.

Il Comune di Fino Mornasco ha firmato questa settimana il via libera per edificare la nuova chiesa di San Bartolomeo, nella popolosa frazione manca da sempre una chiesa, i fedeli si riuniscono in una sorta di salone polifunzionale. Il progetto degli architetti Daniele Lisi e Matteo Mornata è stato approvato a Roma e la metà del finanziamento è già stato stanziato dalla Cei. Ora mancano circa 500mila euro.

Il parroco di Fino Mornasco don Pierino Riva spiega: «Stiamo studiando una raccolta fondi, per Natale manderò le prime lettere. Ci saranno diverse modalità per contribuire. La nostra comunità con eventi, sagre, bancarelle e tanti sforzi ha già raccolto oltre 80mila euro».

Merito dei fedeli, il gruppo “Raccolta fondi per la chiesa di Andrate”, attivo anche su Facebook. Da anni la comunità raccoglie offerte, forti della fede nel Santo la cui statua portano in spalla tutti i primi di settembre. Durante l’ultima festa patronale è stata benedetta la prima simbolica pietra della chiesa.

Al conto quindi mancano circa 400mila euro, una cifra importante, spiega ancora don Pierino: «Sì, ma sono convinto che ce la faremo. Non serve recuperare tutto domani, possiamo lavorare al progetto nei prossimi due o tre anni. A Natale invieremo le prime lettere, senza escludere un intervento straordinario». Una spinta ulteriore per dare una mano alla comunità andratese.

Gli enti pubblici però hanno scarse risorse, difficile che il risicato bilancio comunale possa essere parte in causa. Al vaglio dunque diversi sistemi di finanziamento, anche il prestito , come già accaduto quando a Fino Mornasco è stato costruito l’oratorio.

Nel mentre in questi giorni la parrocchia interpellerà a Roma alcune ditte costruttrici per scegliere l’appalto più idoneo. Pino Mandaglio è uno dei volontari della comunità andratese e racconta: «Noi continuiamo: la prossima raccolta sarà all’Immacolata. L’ultima è stata al Mercato del forte, cercheremo ancora fondi e risorse per la nostra chiesa».

Una chiesa fortemente voluta. Secondo il progetto sarà moderna, bianca, con una base quadrata di circa venti metri per venti. La costruzione sarà collegata alla vecchia casetta usata oggi per riunirsi in preghiera. All’esterno sorgerà un colonnato, un grande sagrato con un campanile distaccato dal corpo centrale della chiesa. Poco distante un parco alberato e un parcheggio.

© riproduzione riservata