Orti dei nonni a Lurate  Una petizione anti-esproprio
1-2 Saranno riassegnati i 107 orti sociali localizzati dal municipio in via Rossini (a Caccivio: 47 appezzamenti) e in via Variola (a Lurate, 60 lotti)

Orti dei nonni a Lurate

Una petizione anti-esproprio

Contestata la riassegnazione dei terreni

dei 107 appezzamenti pubblici

Una petizione contro l’”esproprio” degli orti sociali. In base al nuovo regolamento, approvato dalla maggioranza guidata dal sindaco Anna Gargano, saranno riassegnati i 107 appezzamenti pubblici (in via Rossini e via Variola) destinati a orti.

I concessionari che li avevano ottenuti in uso gratuito dalla precedente maggioranza, alcuni addirittura dal 2011 quando furono istituiti gli orti pubblici, rischiano di perderli.

Per evitare che ciò accada, l’ex sindaco Rocco Palamara nei prossimi giorni avvierà una raccolta di firme. «Mi sento moralmente in dovere di difendere i cittadini che hanno ricevuto in concessione gli orti assegnati al tempo in cui ero sindaco – afferma – A queste persone non abbiamo dato lotti già pronti da coltivare, ma incolti, che loro hanno dovuto sistemare da zero. Ci hanno investito lavoro e soldi, li hanno tenuti in ordine e lavorati per anni e adesso se li vedono sottrarre perché la nuova maggioranza ha stabilito criteri diversi di assegnazione. Non mi sembra giusto».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA