Porta in faccia, sospesa la professoressa

Porta in faccia, sospesa la professoressa

Villa Guardia: due studentesse avevano riportato un trauma cranico. Lo ha deciso l’ufficio scolastico provinciale

Quattro mesi di sospensione per la professoressa di educazione fisica protagonista, l’11 novembre scorso, di uno spiacevole episodio nel corridoio del secondo piano della scuola media Sant’Elia. Dopo la denuncia in Procura fatta dai genitori delle due studentesse di terza media è arrivata la decisione dell’ufficio scolastico provinciale.

Secondo la ricostruzione dell’accaduto la professoressa, di turno alla sorveglianza del corridoio durante l’intervallo, avrebbe chiuso con troppa veemenza la porta del bagno, provocando alle due ragazze un trauma cranico e quindici giorni di prognosi, come certificato in ospedale.

La porta sbattuta sarebbe arrivata dopo che la professoressa aveva chiesto a un gruppo di studenti, tra cui le due ragazze, a togliersi dal punto dove sostavano perché davano fastidio agli studenti più piccoli. Attualmente la docente, da trent’anni in servizio alla scuola media e conosciuta per la sua grande esperienza, è in malattia.

I dettagli su “La Provincia” di venerdì 28 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA