Raid anti multe a Solbiate  L’autovelox impacchettato
Così si presentava lunedì di Pasquetta l’impianto di via Battisti

Raid anti multe a Solbiate

L’autovelox impacchettato

Si tratta del secondo sabotaggio in poco meno di quattro mesi

Incerottato, o se si preferisce impacchettato, un autovelox fisso, è il secondo sabotaggio anti multe in poco meno di quattro mesi.

Durante il ponte pasquale, sconosciuti hanno preso di mira uno dei due box speed chek installati in via Cesare Battisti, lungo la strada provinciale per Albiolo.

Per neutralizzarlo come multavelox, hanno utilizzato un sistema artigianale, che non ha creato seri danni. Hanno avvolto del nastro adesivo bianco intorno all’occhio elettronico, per impedire di scattare fotografie alle auto in transito oltre il limite stabilito.

Un trucchetto di fatto inutile, poiché i prevelox possono essere utilizzati con funzione sanzionatoria soltanto in presenza della polizia locale e con cartelli di preavviso cento metri prima. Altrimenti sono delle scatole vuote, con effetto dissuasivo della velocità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA