Raid a Bulgarograsso  Contro fontana e biblioteca
Mozzato anche uno dei bocchettoni della fontana

Raid a Bulgarograsso

Contro fontana e biblioteca

I vandali hanno usato bastoni e spray

Caccia ai responsabili grazie alle telecamere

Vandali in azione in piazza Risorgimento, a Bulgarograsso: è caccia ai responsabili.

Nella notte fra martedì e mercoledì i soliti ignoti hanno preso a bastonate i canali di scolo d’acciaio della palazzina che ospita la biblioteca e gli ambulatori comunali, schiacciandoli in modo irrecuperabile.

Non contenti, hanno imbrattato con scritte e disegni alcuni pilastri del portico davanti alla biblioteca. Non è stata neppure risparmiata la fontana, che delimita un lato della piazza: hanno divelto, prendendolo a calci o a bastonate, anche uno dei sette bocchettoni della fontana, tant’è che è stato disattivato in attesa di essere riparato.

Saranno visionati i filmati delle telecamere del sistema di videosorveglianza che monitora l’intera piazza, con l’obiettivo di identificare gli autori dell’atto vandalico.

«Adesso basta, si è raggiunto il limite della sopportazione – sbotta il sindaco Giampaolo Cusini – Se si riuscirà a identificare i responsabili, stavolta saranno portati davanti alla Procura della Repubblica. Finora abbiamo cercato di limitarci a richiami verbali e punizioni educative, nella speranza che gli autori di simili vandalismi si ravvedessero».

«Considerato che gli atti vandalici si stanno ripetendo con fin troppa frequenza - prosegue - evidentemente serve dare un segnale più forte per far capire che certi comportamenti scorretti comportano conseguenze serie».

«Il nostro obiettivo - conclude - non è quello di arrivare a condanne penali, ma punire i responsabili con lavori socialmente utili, ad esempio obbligandoli a pulire e risistemare alla luce del sole quello che di sera deturpano e danneggiano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA