Riva frena sul nuovo palazzetto  «Serve davvero? La città ci pensi»
Cantù Maurizio Riva ha ricevuto ieri il premio “Rosa camuna” dal presidente della Regione, Roberto Maroni

Riva frena sul nuovo palazzetto

«Serve davvero? La città ci pensi»

L’imprenditore: «Apprezzo il sindaco, ma su questo tema è bene interrogarsi»

«Abbiamo già il Pianella e rischiamo di iniziare un’opera che potrebbe non essere finita»

«Cari canturini, ma secondo voi, è giusto realizzare un nuovo palazzetto?». A porre l’interrogativo è l’imprenditore del legno arredo Maurizio Riva di Riva1920.

Il quale vuole proporre alla città una riflessione sui possibili rischi di una vicenda che, alle spalle, conta già due tentativi falliti: il demolito Palababele prima e il non completato Palaturra poi. Riva, una sua risposta, la fornisce.

«Io personalmente ritengo che sia sbagliato fare un nuovo palazzetto, dato che si potrebbe continuare a usare il palazzetto Pianella di Cucciago. Appoggio generalmente il sindaco di Cantù Claudio Bizzozero e si sa che per mille motivi oggi non è per nulla facile gestire una città. Ma se dovesse andare male qualcosa? Rischiamo che ci ridano dietro ancora».

La voce di Riva entra così nel dibattito di un tema caldo. È della scorsa settimana la risposta affermativa del sindaco Bizzozero alla manifestazione di interesse della società sportiva per realizzare un nuovo palazzetto.

I servizi su “La Provincia” di sabato 30 maggio 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA