Mercoledì 25 Settembre 2013

Rubato il cartello dell’autovelox

I vigili: «Ma a controlli ultimati»

link

Anche un segnale con l’indicazione del controllo elettronico della velocità, 50 euro il valore, fa gola ai ladri.

Sempre che di furto si sia trattato e non piuttosto di un’azione di protesta contro l’intensificarsi, un po’ in tutti i paesi, del ricorso a forme di rilevazione della velocità, con tanto di sanzioni. È accaduto in occasione di uno dei servizi di rilevazione della velocità con il telelaser, che la polizia locale compie sistematicamente sulle strade comunali d’accesso al paese.

Nel caso specifico, il controllo era stato compiuto in via Como e, all’altezza dell’autolavaggio, era stato collocato il cartello - d’acciaio - per avvisare gli automobilisti che era in corso la rilevazione elettronica. Al termine del servizio con il telelaser, di solito il segnale viene lasciato esposto fino a sera, poiché la sua presenza funge da incentivo a rallentare. È stato fatto anche in quell’occasione ma, quando i vigili sono andati a ritirarlo, non c’era più. «Non è stato sottratto durante il servizio di controllo – precisa il comandante Danilo Bruschetta - perché, al termine dello stesso, era ancora nella posizione in cui l’avevamo messo».

Il “blitz” è scattato dopo. Difficile dire se sia stata una bravata o il gesto di qualcuno esasperato dai controlli anti-velocità. Il comandante si limita a dire: «Non saprei, è semplicemente ridicolo». .

© riproduzione riservata