S. Fermo-Cavallasca, battaglia sul nome

«No a Spina Verde, c’è già il nostro parco»

L’ipotesi della fusioneContinua il dibattito tra i lettori sul sito web del nostro giornale. Gli storici: meglio privilegiare l’importanza dello scontro vinto dai garibaldini nel 1859

S. Fermo-Cavallasca, battaglia sul nome «No a Spina Verde, c’è già il nostro parco»
Un dipinto dedicato alla celebre battaglia di San Fermo del 27 maggio 1859 vinta da Garibaldi sugli austriaci

La gente continua a parlarne perché la possibile fusione tra i Comuni di San Fermo e Cavallasca genera un’opinione in tutti coloro che ci abitano e l’interesse per il nome del nuovo paese continua a essere vivo, anche sul sito del giornale www.laprovinciadicomo.it dove, da sabato c’è la possibilità di partecipare al sondaggio per il nome.

Intanto spuntano nuovi noni

Belvedere piace di più tra i quattro nomi proposti e scavalca Spina Verde. Intanto, la fantasia dei lettori non si ferma e spunta anche un “Scavalla la Battaglia”.

Il nome di San Fermo, come ha evidenziato anche lo storico Oleg Zastrow, ha un significato più profondo rispetto a Cavallasca. San Fermo della Battaglia da 114 anni (prima si chiamava Vergosa) ricorda il santo patrono, unendolo a quello della battaglia del 27 maggio 1859, durante la seconda guerra d’indipendenza italiana, quando i Cacciatori delle Alpi, guidati da Garibaldi, ebbero la meglio sugli austriaci.

LEGGETE l’ampio servizio

su LA PROVINCIA di GIOVEDÌ 21 maggio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}