San Bartolomeo, Chi l’ha visto  «Mia sorella Rosaria  forse si trova a Chieti»
Rosaria Curti, a destra, con la madre Caterina: la donna si è allontanata di casa lo scorso 9 marzo

San Bartolomeo, Chi l’ha visto

«Mia sorella Rosaria

forse si trova a Chieti»

Si riapre il caso della donna scomparsa I parenti sono risaliti alla superiora di un convento

Era misteriosamente scomparsa dal paese all’inizio di marzo. Rosaria Curti, 53 anni, è sempre stata una persona molto fragile, accudita quotidianamente dai parenti. Si era allontanata da casa il pomeriggio del 9 marzo e i famigliari, dopo averla cercata nelle vicinanze, avevano dato l’allarme, ma di lei non si era più avuta alcuna notizia.

Chi l’ha visto?

Fino a pochi giorni fa, quando la sorella, Giuliana, ha ricevuto una misteriosa telefonata mentre era al supermercato a fare la spesa. All’altro capo c’era qualcuno che emetteva dei versi strani e prolungati, quasi dei lamenti, gli stessi che la donna scomparsa era solita emettere quando tardava a prendere i farmaci prescritti. Giuliana Curti, insomma, non ha avuto e, quando la telefonata si è interrotta, si è recata subito dai carabinieri a riferire l’accaduto.

La famiglia, intanto, si è rivolta anche alla trasmissione Chi l’ha visto, che è risalita all’indirizzo del numero chiamante, corrispondente a un convento di Chieti. Un’inviata della nota trasmissione Rai ha provato ad incontrare la madre superiora del convento e la vicenda si è tinta ancora più di giallo: sulla porta si è presentata un’altra suora che l’ha liquidata in fretta, sostenendo di non conoscere affatto Rosaria Curti e di non aver mai sentito parlare di lei. Eppure il numero chiamante era proprio quello della struttura religiosa di Chieti e la sorella è del tutto convinta che quei lamenti uditi fossero proprio di Rosaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA