San Fedele Intelvi, boom di contagi  Pozzi pensa di chiudere l’asporto
I tamponi anti Covid alla postazione nelle vicinanze della piscina di San Fedele Intelvi

San Fedele Intelvi, boom di contagi

Pozzi pensa di chiudere l’asporto

In 50 con il Covid in più famiglie. Il sindaco: «Troppi non rispettano le regole»

Nel Comune di Centro Valle Intelvi cresce la preoccupazione per il numero delle persone contagiate che non accennano a diminuire. Secondo quanto comunicato da Ats sarebbero 50 i casi conclamati, sette i guariti . Alcuni sono ricoverati in strutture ospedaliere, numerosi sono costretti alla quarantena domiciliare cautelativa. A Castiglione, Casasco e San Fedele si sono nuclei familiari interamente colpiti dal Covid. «I casi sono 50 - conferma il sindaco Mario Pozzi - ma potrebbero essere molti di più. La seconda elementare di Castiglione è tutta in quarantena perchè un docente è risultato positivo. Anche i medici di base mi hanno espresso tutta la loro preoccupazione per il diffondersi dei focolai. Evidentemente le misure messe in atto da governo e Regione nel nostro territorio si sono rivelate insufficienti. Occorre fare molto di più. Con i miei collaboratori stiamo valutando l’emissione di un’ordinanza con misure ancora più restrittive.Devo constatare con rammarico che nonostante i divieti c’è molta gente in giro che si trattiene fuori dai bar con le consumazioni d’asporto in mano e mascherine alzate. Se sarà necessario - conclude Pozzi - faremo in modo di vietare anche le consumazioni di asporto. Abbiamo già chiesto inoltre ai carabinieri delle stazioni della Valle Intelvi e alla polizia locale maggiori controlli affinchè siano rispettate le regole e finiscano gli assembramenti».

Francesco Aita


© RIPRODUZIONE RISERVATA