Sequestrati in dogana anabolizzanti e una specie di “viagra”

Operazione degli svizzeri a Brogeda, bloccato un macedone con sostanze proibite oltreconfine

Sequestrati in dogana anabolizzanti e una specie di “viagra”
L’operazione è stata portata a termine a Brogeda dagli svizzeri

Un cittadino macedone è stato fermato alla dogana di Brogeda dalle guardie di confine svizzere mentre cercava di entrare nella Confederazione con ormoni anabolizzanti e sostanze vietate oltreconfine.

Il macedone era alla guida di un’auto targata canton Soletta ed è stato fermato per un controllo domenica alle 14. Le guardie hanno trovato nel bagagliaio un borsone con una normale confezione di integratori alimentari in polvere. Ma oltre alla sostanza il barattolo conteneva anche 70 filale di ormoni anabolizzanti. L’ulteriore controllo di tutti gli altri bagagli e dell’auto ha inoltre permesso di trovare 220 pastiglie di steroidi anabolizzanti e 14 confezioni di una sostanza gelatinosa specifica per la cura delle disfunzioni erettili, vietata in Svizzera.

Tutte le sostanze sono state sequestrate e inviati a Swissmedic, l’autorità elvetica di omologazione e sorveglianza sui farmaci. Il macedone, secondo le guardie di confine non nuovo a questo tipo d’infrazione, dovrà ora pagare una multa per infrazione ai divieti e le spese di distruzione della merce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}