Sfondano la vetrina con un tombino  Ma il colpo dei banditi fallisce
1L’interno della tabaccheria di via Meucci ieri mattina dopo il furto2 Gli operai hanno riparati i danni provocati dalla scorreria3 La vetrina è stata sfondata da un pesante tombino

Sfondano la vetrina con un tombino

Ma il colpo dei banditi fallisce

Spaccata contro una tabaccheria di Rovellasca

I ladri messi in fuga dall’arrivo dei carabinieri

Alba movimentata a Rovellasca: una banda di ladri ieri ha sfondato la vetrata di un a tabaccheria con un tombino.

Avevano già ripulito gli scaffali del negozio, ma il colpo è stato sventato grazie a una pattuglia dei carabinieri della stazione di Turate.

I fatti si sono svolti intorno alle 4 di ieri mattina nella zona di via Meucci. Dai primi riscontri pare che abbiano agito almeno tre individui. Attrezzi da scasso in pugno, hanno scardinato con facilità la serranda del negozio, sollevando poi la protezione metallica.

A quel punto hanno sradicato un tombino dalla strada che passa di fronte al negozio: operazione complicata e molto faticosa che ha impegnato almeno un paio di uomini.

Quindi i banditi hanno attraversato la strada per poi scagliare il tombino contro il vetro del negozio. Il vetro è andato completamente in frantumi.

Si sono così aperti la strada verso il malloppo, anche se sapevano di avere i minuti contati.

L’allarme è scattato; tuttavia i componenti della banda hanno proseguito con la loro attività di saccheggio degli scaffali.

Hanno rimosso le stecche di sigarette dal negozio, gettandole in un lenzuolo matrimoniale che avevano portato con sé proprio per raccogliere la refurtiva.

Ma il colpo è andato a vuoto: con i lampeggianti accesi, alla tabaccheria sono piombati i carabinieri che hanno messo in fuga i predoni, lasciandoli a mani vuote. Per evitare di essere arrestati , i saccheggiatori hanno abbandonando il “saccone” con le “bionde”, scappando a piedi.

L’articolo completo e i retroscena sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA