Mercoledì 01 Ottobre 2014

Sotto quota 40mila abitanti

Cantù ha smesso di crescere

Una panoramica sul centro di Cantù
(Foto by Archivio)

Una città che non riesce a crescere. Le previsioni di andare oltre i 40mila abitanti nel 2014, per il momento, devono essere riviste.

Perché, nella Città del Mobile, a subire un primo importante arresto, è stato soprattutto il fenomeno dell’immigrazione: a causa della crisi, le famiglie rinunciano al ricongiungimento. E i figli si dirigono altrove: nel resto dell’Europa e in Sud America. In una città dove negli ultimi anni si è costruito molto, restano vacanti diversi appartamenti.

Con una prima conseguenza: secondo le stime di chi opera nel settore immobiliare, i prezzi della vendita delle abitazioni sono scesi del 20%, gli affitti del 10% circa.

Per diverso tempo, rispetto ai paesi del circondario, il costo di vivere a Cantù è sempre stato più alto se confrontato agli altri Comuni. Ora il settore sembra aver subito se non altro una flessione. La fotografia dell’ufficio anagrafe, statistiche alla mano, fornisce il dato numerico legato alla popolazione. Oggi, Cantù conta per l’esattezza 39mila e 965 abitanti. Le femmine, grazie anche all’aspettativa di vita più lunga - tra gli 11 centenari, solo uno è uomo - sono in maggioranza: 20mila e 432 contro i 19mila e 533 uomini.

© riproduzione riservata