Spacciava a Cernusco  Una donna agli arresti
Droga e refurtiva sequestrata alla donna di origine albanese

Spacciava a Cernusco

Una donna agli arresti

Di origine albanese, 51 anni, aveva nella sua abitazione

altri stupefacenti e oltre 9 mila euro: ieri mattina il processo

Stava vendendo una dose di cocaina quando è stata fermata e arrestata di carabinieri. Shqiponja Doko, 51 anni, cittadina albanese, residente a Lomagna, è stata sorpresa nella giornata di venerdì mentre spacciava nei pressi del centro abitato di Cernusco Lombardone. I militari della compagnia Carabinieri di Merate l’hanno bloccata mentre stava consegnando due dosi di sostanza stupefacente a una coppia di cittadini italiani, un uomo di 44 anni di Merate e a uno di 46 anni di Lomagna.

Nell’abitazione della donna, sottoposta a immediata perquisizione domiciliare, sono stati trovati e quindi sequestrati ulteriori 58 grammi di cocaina, già suddivisa in 73 dosi e quindi pronta per essere venduta. Inoltre è stata trovata anche la somma in contanti di 9.711,50, euro, ritenuta provenire dell’attività di spaccio. Inoltre sono stati rinvenuti anche tre bilancini di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente e un telefono cellulare con cui probabilmente la donna teneva i contatti con i clienti.

Dopo l’arresto, nella mattinata di ieri, la cittadina albanese è stata condotta in Tribunale a Lecco per il giudizio direttissimo a seguito del quale il giudice, nel convalidare gli arresti, ha applicato la misura dei domiciliari. Una nuova operazione antidroga, a riprova di come l’attività di spaccio non si sia fermata nemmeno durante queste settimane di zona rossa e quindi di limitazione negli spostamenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA