Sabato 05 Luglio 2014

Stangata sugli impiegati

Daranno 2 milioni al Casinò

Il Casinò di Campione

Venti impiegati del Casinò di Campione dovranno ridare alla casa da gioco centomila franchi entro venti giorni, soldi presi in virtù di una sentenza del 2009 che aveva dato loro ragione

sul cosiddetto “premio consolidato”, l’indennità concessa agli impiegati a compensazione delle mance assegnate ai croupier. Prevista fino al dicembre 2004, per tutti gli assunti dopo quella data era stata dimezzata in base a un accordo tra azienda e sindacati, che avevano concordato il sacrificio visto il periodo di vacche magre. Ora la sentenza è stata ribaltata a Milano e il Casinò ha inviato le raccomandate chiedendo indietro la somma. Dietro l’angolo il pignoramento della casa e un quinto dello stipendio.

L’inchiesta di Mario Cavallanti, i dettagli, le storie e la ricostruzione della vicenda in due pagine su La Provincia in edicola

© riproduzione riservata