Tavernerio, c’è il killer dei gatti  Utilizza un cappio di fil di ferro

Tavernerio, c’è il killer dei gatti

Utilizza un cappio di fil di ferro

Almeno tre i felini negli ultimi giorno sono rimasti feriti

Preoccupazione in paese, presentata una denuncia ai carabinieri

Gatti uccisi o feriti da trappole preparate con il fil di ferro: è un racconto dalle tinte macabre quello che arriva da Solzago, frazione del Comune di Tavernerio, dove nell’ultima settimana sono stati denunciati almeno due casi di gatti tornati a casa o recuperati dai padroni in condizioni disperate.

La colpa delle ferite è di una trappola artigianale costruita con il filo di ferro e appesa negli angoli più nascosti di cancelli e inferriate di diverse abitazioni.

Identità ignota

Ancora ignota l’identità dell’autore di questi gesti ma la preoccupazione, in paese, è che si tratti di episodi premeditati.

A guardare attentamente la trappola, infatti, si nota che il fil di ferro è stato accuratamente modellato a forma di cappio.

Ampio servizio su La Provincia in edicola domenica 15 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA