Tavernerio, i vigili ad Albavilla: «Chi guarderà le telecamere?»
Una delle telecamere di Tavernerio: la centrale ora non sarà presidiata regolarmente

Tavernerio, i vigili ad Albavilla: «Chi guarderà le telecamere?»

La minoranza contro la convenzione per la polizia locale. «Chi abita a Ponzate dovrà fare 12 km per raggiungere gli uffici»

Ufficio unico di Polizia locale ad Albavilla, le prime perplessità e criticità vengono al pettine.

Tavernerio ha finalmente imboccato la strada della gestione associata della Polizia locale insieme ai Comuni di Albese con Cassano e Albavilla: soluzione che ha permesso di risolvere il problema della mancanza di un comandante sul territorio e ha dato la possibilità di avere più agenti attivi. Una soluzione che pare abbai convinto la maggioranza e l’assessore alla sicurezza, Mauro Montini, che ha curato in prima persona le trattative per fare entrare Tavernerio nella convenzione con gli altri due Comuni.

Soluzione tra l’altro al momento limitata ad un unico anno per verificare eventuali aggiustamenti e modifiche, come ha confermato lo stesso assessore davanti al consiglio comunale. La scelta pone però degli interrogativi, che il capogruppo della minoranza “Nuova Tavernerio”, Cosimo Prete, ha voluto rimarcare astenendosi sul provvedimento.

Prima di tutto il fatto che i nove agenti (tre per ciascun paese della gestione associata) lavoreranno tutti nell’ufficio unico di Albavilla, in piazza Roma. Per multe, segnalazioni, chiarimenti o contestazioni i cittadini di Tavernerio non avranno quindi più i vigili in Comune; a conti fatti, soprattutto per i residenti nella frazione di Ponzate, il trasferimento fino ad Albavilla potrebbe, secondo i dubbi della minoranza, rappresentare un disagio.

I residenti di Ponzate dovranno fare tra andata e ritorno circa 12 chilometri per andare all’ufficio unico di Polizia locale. Dubbi poi anche sull’impianto di videosorveglianza già attivo in paese e la cui centrale di controllo è all’interno del Comune di Tavernerio. «Vorrei sapere - ha domandato Prete- se verrà spostata la centrale di controllo della videosorveglianza e in che modo e da chi verranno controllate le telecamere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA