Martedì 23 Luglio 2013

Tredici negozi storici

premiati dalla Regione

Il presidente Roberto Maroni durante la presentazione dei negozi storici

Como

Sono attività storiche che durano da più di 50 anni e che per questo ieri hanno ricevuto il riconoscimento dalla Regione Lombardia. A Como sono stati premiati il fiorista Cesare Bianchi (1919), Ballabio alimentari (1961), ristorante Il Frate di Monte Olimpino (1893),Tessabit (1953) e Gilardoni del presidenti di Confcommercio Giansilvio Primavesi (1942).

Riconoscimenti anche al Crotto Valdurino di Moltrasio, di Maria Luigia Donegana che esiste dal 1882; alla gioielleria ottica Vergottini di Bellagio (1910).

In tutto i riconoscimenti sono 13. Tra questi ci sono anche il Bar Bencini di Paola Bencini a Inverigo (1904), il bar Baffo di Cantù (1956), il bar Italia di Torno in via Pignata (1949) e il bar Bianchi, di Vertemate con Minoprio.

Premiati anche l’alimentari Fratelli Roncareggi di Erba (1929) e il ristorante Ul Ginun, di Maurizio Pagani(1922), a Limido Comasco.

Dodici esercizi sono stati riconosciuti attività storiche, mentre la gioielleria ottica Vergottini di Bellagio (1910) ha avuto il riconoscimento di negozio storico.

La differenza è che il negozio storico ha conservato gli arredi, di particolare pregio, che ne testimoniano la storicità. Tra le attività storiche quelle con maggior storia alle spalle sono Il Crotto Valdurino di Moltrasio, il Frate e il bar Bencini di Inverigo che il prossimo anno compirà 110 anni.

Sui 64 negozi , Como con i suoi 13 riconoscimenti rappresenta il 20 per cento del totale confermando la storicità di molte imprese della Provincia.

© riproduzione riservata