Tremezzina, choc cutaneo  Universitaria all’ospedale
Un intervento del soccorso alpino Lario Occidentale e Ceresio

Tremezzina, choc cutaneo

Universitaria all’ospedale

Stava raccogliendo calcari con alcuni studenti di Pavia

Una squadra della stazione Lario-Occidentale e Ceresio del soccorso alpino è intervenuta martedì 8 giugno alle 14.30 sopra la Cappelletta degli alpini (a quota 568 metri) dedicata alla Madonna di Panoort - in quel di Tremezzo - per un malore accusato da una studentessa di 22 anni, residente a Voghera, che con un gruppo di studenti (e una docente) dell’Università di Pavia si stava dedicando ad un’escursione in quella zona finalizzata alla raccolta ed allo studio in particolare di pietre calcaree. La ragazza ha accusato uno choc cutaneo, che inizialmente ha fatto temere il peggio in quanto spesso rappresenta la spia di un imminente choc anafilattico. Difficile al momento capire da cosa sia stato provocato. Da qui l’allarme, lanciato alla centrale del 118, che ha allertato un’ambulanza della Croce Rossa di Menaggio e il soccorso alpino, giunto sul posto in quad. La ragazza è stata valutata in stretto contatto con la centrale del 118. Le sue condizioni già all’arrivo dei soccorritori erano date in miglioramento. È stata accompagnata ai Piani di Rogaro e da lì con l’ambulanza trasportata all’ospedale di Menaggio per gli accertamenti di rito. Le sue condizioni non destano preoccupazioneTempestivo l’intervento del soccorso alpino, allertato al pari della Croce Rossa in “codice giallo”.

(Marco Palumbo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA