Domenica 07 Luglio 2013

“Tri pass” al rocul

La carica dei 1280

Al passo o di corsa, l’importante è partecipare
(Foto by Foto Bartesaghi)

La fortuna aiuta gli audaci, dicevano i latini.

E infatti chi ieri ha avuto la bontà e la forza di alzarsi dal letto, e di infilarsi maglietta, pantaloncini e scarpe da corsa, ha potuto godersi una magnifica mattinata di sport.

Con circa 1280 iscritti al nastro di partenza, la “Tri pass al rocul” ha segnato un nuovo successo nella sua storia lunga ormai 38 anni. «Sono venuti da tutta la Provincia, dal Varesotto, dal Milanese, e anche dalla Svizzera», dice Attilio Bossi, responsabile della Polisportiva San Marco che ha organizzato l’evento.

Chi ha iniziato la sgambata tra le 7.30 e le 9 ha evitato la calura e l’umidità delle ore successive, riuscendo a godersi al meglio lo spettacolare percorso tra i prati, i boschi e le cascine che circondano Cantù.

Tra i gruppi premiati, quello più numeroso è stato l’Asd Marciacaratesi (erano in 63).

Si sono distinti anche l’Avis di Oggiono e la Polisportiva Vallassinese. Una menzione particolare è stata dedicata all’Avis Cantù. E ai ragazzi di “Aperdifiato” che con la loro allegria hanno animato ancor di più la corsa.

© riproduzione riservata