Domenica 06 Aprile 2014

Truffa dello specchietto
Un arresto a Tavernerio

Se l’è vista davvero brutta un pensionato comasco vittima di due fratelli che hanno tentato di derubarlo con la cosiddetta truffa dello specchietto.

Lui si chiama Umberto Spinelli, 26 anni di Noto (Siracusa). Con il fratello - fuggito alla vista dei carabinieri e denunciato a piede libero - a bordo di un’Alfa Romeo nota sulla Briantea a Tavernerio la vittima da terrorizzare.

I due lo seguono fino a Erba, dove bloccano il malcapitato fingendo di essere stati urtati:«Ci hai rotto lo specchietto retrovisore». Alla fine l’automobilista si accorda per andare tutti a Tavernerio, in banca, a prelevare i soldi. Ma è proprio in banca che un amico del pensionato annusa l’inganno e contatta il 112.

© riproduzione riservata