Mercoledì 02 Luglio 2014

Uccise il padre a Lurago

Scontati due anni di pena

La casa dove è avvenuto l’omicidio a Lurago Marinone

Meno di nove anni di carcere per aver accoltellato a morte il padre, al culmine di un lite carica di antichi e mai superati rancori.

La corte d’Assise d’Appello di Milano ha concesso due anni di sconto di pena a Eder Jhonny Dominguez Cutipa, 29 anni, peruviano, impiegato come idraulico in una piccola ditta di Fenegrò fino al giorno del delitto, avvenuto nella notte tra il 7 e l’8 febbraio dello scorso anno in un appartamento di piazza Roma.

Il giovane uccise con una coltellata il padre, Manuel Johny Venancio Dominguez Ramirez. I giudici di Milano hanno condannato l’idraulico a 8 anni e 10 mesi di reclusione, grazie alla concessione delle attenuanti generiche concesse molto probabilmente per via della storia del ragazzo. Abbandonato di fatto dal padre, era stato lo stesso ragazzo a chiedere il riavvicinamento facendolo venire in Italia. Ma nel febbraio dello scorso anno, l’ultima notte prima del rientro in Perù del padre, quell’uomo iniziò a inveire sul figlio accusandolo di essere un buono a nulla. La lite finì con Eder che impugnava un coltellaccio da cucina e uccideva il padre.

© riproduzione riservata