Giovedì 17 Aprile 2014

Un invito da Mezzegra

«Stop a odio e rancori»

Mario Nicollini nel luogo dove furono uccisi Benito Mussolini e Claretta Petacci a Giulino di Mezzegra

Il vegliardo Mario Nicollini, prossimo al compimento dei 102 anni, nell’annunciare la celebrazione di una messa nella chiesa parrocchiale di Sant’Abbondio in suffragio di Benito Mussolini e Claretta Petacci, lancia un accorato appello alla pacificazione tra chi da una parte e chi dall’altra è stato protagonista dell’epilogo del fascismo.

Un invito che tutti gli anni viene condiviso da un uomo di chiesa, don Luigi Barindelli, classe 1929, bellagino, ordinato sacerdote nel 1952, vicario a Mazzo e a Sant’Eusebio a Como, poi, dal lontano 1961, parroco di Mezzegra, molto amato dalle comunità tremezzine.

LEGGETE l’ampio servizio

su LA PROVINCIA di GIOVEDÌ 17 aprile 2014

© riproduzione riservata