Un marianese in Grecia

Eroe nella corsa da 246 km

Claudio Vladimir Longhi alla “Spartathlon”, da Atene ha raggiunto il traguardo in 34 ore.

«Una grande fatica, ma sempre con il sorriso»

Un marianese in Grecia Eroe nella corsa da 246 km
L’abbraccio all’arrivo con il fratello Stefano e la moglie Anna

La sorella Lavinia si sta facendo strada come attrice, ma il fratello Claudio Vladimir Longhi non è da meno nel conquistare successi.

Nei giorni scorsi, infatti, ha portato a termine in Grecia la ultramaratona “Spartathlon” di 246 chilometri non stop diventando il secondo comasco – dopo Stefano Molteni di Albese che ci riuscì nel 2008 – a compiere un’impresa che in 32 anni di edizioni della manifestazione, è stata centrata solo da altri 48 italiani e da 2 mila persone in tutto il mondo. «Ho voluto mettere alla prova i miei limiti – dichiara il trentaseienne che vive in via Carlo Mauri con la moglie e i tre figli – e devo dire che ancora non l’ho trovato tanto che sto pensando al triathlon, distanza iron-man, la più lunga».

Al marianese non è bastato piazzarsi 122esimo su 207 arrivati e 360 atleti provenienti da tutto il globo che si sono presentati al nastro di partenza: troppa la soddisfazione per essere riuscito (dopo due tentativi falliti nel 2012 e nel 2013) a coprire la distanza dall’Acropoli di Atene sino alla statua di Re Leonida a Sparta impiegandoci 34 ore e 36 minuti (il limite massimo è di 36 ore) «sempre con il sorriso sulle labbra e una gran determinazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True