Venerdì 17 Ottobre 2014

Un marianese in Grecia

Eroe nella corsa da 246 km

L’abbraccio all’arrivo con il fratello Stefano e la moglie Anna

La sorella Lavinia si sta facendo strada come attrice, ma il fratello Claudio Vladimir Longhi non è da meno nel conquistare successi.

Nei giorni scorsi, infatti, ha portato a termine in Grecia la ultramaratona “Spartathlon” di 246 chilometri non stop diventando il secondo comasco – dopo Stefano Molteni di Albese che ci riuscì nel 2008 – a compiere un’impresa che in 32 anni di edizioni della manifestazione, è stata centrata solo da altri 48 italiani e da 2 mila persone in tutto il mondo. «Ho voluto mettere alla prova i miei limiti – dichiara il trentaseienne che vive in via Carlo Mauri con la moglie e i tre figli – e devo dire che ancora non l’ho trovato tanto che sto pensando al triathlon, distanza iron-man, la più lunga».

Al marianese non è bastato piazzarsi 122esimo su 207 arrivati e 360 atleti provenienti da tutto il globo che si sono presentati al nastro di partenza: troppa la soddisfazione per essere riuscito (dopo due tentativi falliti nel 2012 e nel 2013) a coprire la distanza dall’Acropoli di Atene sino alla statua di Re Leonida a Sparta impiegandoci 34 ore e 36 minuti (il limite massimo è di 36 ore) «sempre con il sorriso sulle labbra e una gran determinazione».

© riproduzione riservata