«Un solo Comune tra Albiolo, Cagno, Rodero e Valmorea»
Il municipio di Valmorea, uno dei quattro comuni interessati al progetto fusione

«Un solo Comune tra Albiolo, Cagno, Rodero e Valmorea»

Se ne è parlato in Consiglio a Valmorea: «Prima la gestione associata dei servizi». Sempre più difficile far tornare i conti. Nel progetto è coinvolto anche Cagno

«La gestione associata dei servizi fra i Comuni di Albiolo, Cagno, Rodero e Valmorea dovrebbe prefigurarsi come il percorso che porterà alla fusione degli stessi enti. È questa la via naturale che ci consentirà di arrivare alla costituzione di un solo Comune».

Così si è espresso Luca Antonucci, delegato a seguire i lavori pubblici e i rapporti intercomunali, nell’ultima seduta di consiglio presentando il protocollo d’intesa tra i quattro paesi per la gestione associata delle funzioni comunali.

Gestione associata che si pone come obiettivo il miglioramento e la qualità dei servizi offerti e l’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse economiche, strumentali e umane a disposizione del Comuni. La gestione associata dei servizi, indicata fra l’altro dagli organi statali dovrebbe riguardare per il prossimo futuro l’unione del servizio relativo alla polizia locale, all’ufficio tecnico, alla ragioneria e alla segreteria. Funzioni per le quali lo Stato ha anche indicato scadenze ben precise, “pena” la mancata erogazione di contributi. Un percorso, questo della gestioni associata, che dovrebbe sfociare, stando anche all’intendimento dello Stato, nella fusione di Comuni.

L’articolo completo su La Provincia di martedì


© RIPRODUZIONE RISERVATA