Una “canna” dopo l’esame all’università  Viene sorpreso dai carabinieri al lago
Il lago di Montorfano

Una “canna” dopo l’esame all’università

Viene sorpreso dai carabinieri al lago

Montorfano, segnalato in prefettura un giovane milanese

Un giovane milanese per andare a rilassarsi dopo la tensione di aver sostenuto un esame all’università aveva scelto il laghetto di Montorfano, ma la decisione di fumarsi una canna di hascisc non è risultata una buona idea.

I carabinieri della caserma di Albate, in un loro giro di perlustrazione, si sono infatti insospettiti alla vista di un giovane solitario in riva al lago e lo hanno controllato. Era molto ansioso, agitato e dalla perquisizione del suo zaino è emerso il motivo: nascosto in un astuccio, in mezzo a chicchi di caffè, c’erano due grammi di hascisc. Il giovane, un 21enne universitario residente a Lainate, ha spiegato ai carabinieri come avesse deciso di rilassarsi in quel modo dopo un periodo di particolare tensione dovuto agli studi per l’esame, superato a suo dire brillantemente con un voto di 29.

I carabinieri, oltre ad aver sequestrato i due grammi di sostanza che aveva nello zaino, hanno effettuato una perquisizione nella sua abitazione a Lainate, dove hanno trovato altri 8 grammi di hascisc.

Il giovane è stato quindi segnalato in prefettura a Milano come assuntore di sostanze stupefacenti, in base al quantitativo tutto sommato limitato non sono state assunti altri provvedimenti nei suoi confronti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA