Domenica 06 Ottobre 2013

Una scuola per disabili a Olgiate

L’assist dei coniugi Zambrotta

Valentina (prima da sinistra) e Gianluca Zambrotta (terzo da destra). In centro Andrea Gregrorio, Enrico Fagetti e Tina Molteni

Il calciatore Gianluca Zambrotta in visita alla nuova “scuola” per disabili, attivata ai primi di settembre nella “Casa di Paolo e Piera”, a Casletto.

Ieri mattina, in compagnia della moglie Valentina Liguori e dell’amico e collaboratore Andrea Gregorio, il campione del mondo e attuale difensore e vice allenatore del Chiasso si è intrattenuto quasi un’ora con ospiti, educatori, volontari e responsabili della struttura.

Ad accoglierli Enrico Fagetti, presidente della Fondazione Paolo Fagetti cui si deve la costruzione della “Casa di Paolo e Piera”, che li ha accompagnati nella visita alla struttura, illustrandone finalità e progetti.

In tenuta sportiva, simpatico e alla mano, ha salutato i ragazzi e posato per foto ricordo, soffermandosi con alcuni di loro e chiedendo informazioni sia a Fagetti, sia agli educatori sulle attività e i servizi forniti. Clima informale e gioioso, in linea con l’atmosfera familiare che contraddistingue la struttura.

«È una bellissima realtà – ha commentato Zambrotta – Avevo già raccolto alcune informazioni su Internet e volentieri siamo venuti a conoscerla. E’ una struttura ideale per ragazzi con disabilità. Bisogna fare i complimenti ai genitori di Paolo che hanno reso possibile tutto questo, agli educatori, agli psicologi e ai volontari che si adoperano perché queste persone meno fortunate di noi abbiano un’esistenza il più serena e normale possibile. Realtà come queste vanno sostenute, tenute vive ogni giorno con varie iniziative e fatte conoscere, per sensibilizzare tutti quanti a dare una mano».

Proprio lo spirito della visita di ieri, che non si esaurirà con un solo passaggio alla “Casa di Paolo e Piera”.

© riproduzione riservata