«Usò i soldi dell’invalido per l’affitto»  Avvocato sotto accusa per peculato
Il palazzo di giustizia, teatro dell’inchiesta sull’avvocato Pascali

«Usò i soldi dell’invalido per l’affitto»

Avvocato sotto accusa per peculato

La Procura: Alberto Pascali si è impossessato di 400mila euro

La difesa contesta i conti della Finanza: pronti a sanare la situazione

La Procura di Como ha chiuso l’inchiesta a carico di Alberto Pascali, avvocato accusato di un peculato da 400mila euro perché avrebbe utilizzato per sè il denaro che avrebbe dovuto amministrare per conto di un invalido in coma da 13 anni.

Vittima Roberto Floccari, 49 anni di Fino Mornasco, invalido al 100% da quando è stato colpito da una scarica elettrica mentre lavorava alla potatura di alcune piante.

Nel 2007 il Tribunale aveva nominato l’avvocato Pascali tutore dello sfortunato giardiniere. A partire dal 2011 una delle sorelle aveva iniziato a sollevare dubbi sulla gestione dei conti, ma soltanto all’inizio dello scorso anno il giudice tutelare era intervenuto per sollecitare maggiore trasparenza sulla contabilità dell’invalido al professionista comasco.

La difesa di Pascali ha già depositato una memoria nella quale contesta i conti fatti dalla Guardia di finanza. L’indagato ha inoltre già formalizzato una proposta per poter sanare la posizione e restituire i soldi prelevati dal conto dell’invalido.

A questo punto la Procura, sulla base anche della memoria difensiva, dovrà decidere se archiviare l’inchiesta o se chiedere il processo per l’avvocato Pascali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA